Il risveglio dalla dormienza

Cantina Di Biase



Terminata la vendemmia, la pianta della vite perde le proprie foglie come tutti gli alberi in autunno e di essa rimane solamente il tralcio.
Prima di andare in "dormienza", periodo in cui essa non risulta più "attiva", la vite accumula le riserve energetiche per l'anno prossimo.
Successivamente, con la potatura vengono tagliati i tralci rimanenti e lasciate intatte un numero stabilito di gemme, che varia in base al tipo di potatura adottata.



Il periodo di dormienza della vite, quindi, inizia nella stagione autunnale, prosegue in quella invernale e termina in quella primaverile.
Le foto scattate nelle nostre vigne mostrano il risveglio della vite dal periodo di dormienza: la vite utilizza le riserve accumulate l'anno prima per germogliare e generare le prime foglioline.



In seguito, esaurite tutte le riserve accumulate, vedremo la nostra piantina ricca di foglie, che inizieranno il processo di fotosintesi clorofilliana, facendo sì che la vite viva autonomamente generando i propri nutrienti.
 
Ultimo aggiornamento: